Rimanere in forma durante le vacanze? Più facile a farsi che a dirsi

BLOG | Rimanere in forma durante le vacanze

Rimanere in forma durante le vacanze? Più facile a farsi che a dirsi

Avete passato un anno a migliorare il vostro fisico rispettando dieta e allenamento per un anno di seguito, ma ora temete di perdere quanto guadagnato nelle due settimane di vacanza lontano da palestra e immersi nelle tentazioni culinarie locali? Sicuramente è una paura non del tutto irrazionale, ma agli atti pratici, organizzandosi per bene, si può tornare dalle vacanze più in forma e forti di quanto si è partiti senza sacrificare la libertà ci cui si ha bisogno quando si va in vacanza.

Supponiamo di andare in vacanze per due settimane senza avere a disposizione palestra e cucina. In due settimane il corpo può recuperare dall’affaticamento cronico a cui lo sottoponiamo tutto l’anno, facendoci risultare più pieni e in forma grazie al rilassamento mentale che ne deriva. Possiamo accentuare questo processo virtuoso aumentando l’intensità e/o la frequenza di allenamento prima di partire per le vacanze.

BLOG | Rimanere in forma durante le vacanze

Cosa fare prima di partire

L’ideale sarebbe partire con la voglia di “staccare” perché esauriti dagli ultimi allenamenti.
Per esempio si può aumentare il numero di allenamenti da 4 a 6 volte nelle ultime due-tre settimane prima di partire oppure aggiungere tecniche di intensificazione per andare oltre al cedimento (ad esempio scalare il peso dopo una serie e proseguire la serie senza pause).

Rompere gli schemi alimentari

Per quanto riguarda l’alimentazione, trascorrere due settimane liberamente non compromette la forma fisica, anzi.
Uscire qualche settimana dai soliti schemi alimentari potrebbe in alcuni casi farci apparire più grossi e definiti a patto di seguire alcune regole di buonsenso. Ad esempio se ci si approfitta di buffet serviti in albergo, sarebbe opportuno mangiare quantità che soddisfano l’appetito non la golosità.

Se avete due settimane di libertà dalla dieta, assaporatela gradualmente giorno dopo giorno. Due cornetti e un cappuccino a colazione sono comprensibili, 8 brioches e mezzo kg di muesli un po’ meno. Anche in questo caso l’alimentazione prima della partenza può essere manipolata per far sì che la dieta della villeggiatura produca effetti virtuosi. Come già molti fanno per mettersi in forma prima di andare in vacanza, sarebbe opportuno seguire una dieta ipocalorica prima di partire in modo tale che il nostro corpo si trovi in una condizione metabolicamente favorevole agli eccessi alimentari.

Per concludere, spendo due parole su quelle palestre che nel 2018 chiudono ancora tutto il mese di agosto oppure che, quando tornate da due settimane di vacanza, chiudono per altre due settimane. Interrompere completamente gli allenamenti per un mese potrebbe farvi regredire. L’opzione ideale in quel caso sarebbe trovare un’altra palestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *